Stefania Fossati

Perché credo nella medicina integrata? Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia mi sono specializzata in Oncologia e quasi in parallelo in Psicoterapia ad indirizzo analitico. Dopo numerosi anni di lavoro in ospedale mi sono resa conto che la medicina convenzionale, per quanto fondamentale come base, risponde solo parzialmente alle reali esigenze dei pazienti. Per questo motivo mi sono avvicinata progressivamente a quella parte della medicina oggi ancora considerata “alternativa” (antroposofia, omeopatia e omotossicologia, terapia tramite il massaggio olistico, auricoloterapia) rendendola parte integrante del mio modo di lavorare. Per questo motivo mi approccio al malessere e al disagio psichico/esistenziale con “occhio” medico, integrando le varie tecniche. Tutto questo mi permette di dare una risposta completa alla persona, prima ancora che al paziente, che si rivolge a me.

I pazienti infatti chiedono attenzione, non solo verso la malattia, ma anche verso la propria persona intesa come unica entità mente-corpo-spirito. Frequentemente malattie croniche/invalidanti segnano in modo significativo non solo il corpo, ma anche la psiche; per tale motivo possono beneficiare, anche rispetto all’andamento della malattia, di un supporto psicologico analiticamente orientato.

La cura tradizionale viene migliorata dall’associazione con la psicoterapia, l’agopuntura auricolare, l’antroposofia, l’omotossicologia e il massaggio, scienze finalizzate a stimolare le potenzialità di autoguarigione restituendo l’equilibrio delle funzioni fisiologiche, rafforzando il sistema immunitario e le forze vitali. La mia formazione ad indirizzo internistico oncologico, arricchita delle ulteriori competenze, mi permette di dare risposte semplici e spesso risolutive a realtà talvolta complesse per la medicina tradizionale.

Ulteriori Info
Scroll Up